Generali punta sul green

Sono molte le aziende che stanno effettuando il passaggio verso un profilo più green.

Il nostro cliente Generali ha da poco approvato la strategia sul cambiamento climatico impegnandosi ad abbandonare gradualmente il settore del carbone, ad incrementare gli investimenti nel settore green e aumentando l’offerta di prodotti a valenza ambientale.

Con questa strategia, approvata dal CDA il 21 febbraio 2018, il Gruppo ha deciso di non effettuare più investimenti in società legate al settore carbonifero. Generali disinvestirà circa € 2 miliardi dismettendo gli investimenti azionari e disinvestendo gradualmente da quelli obbligazionari, portandoli a scadenza o valutando la possibilità di dismetterli prima della scadenza. Inoltre sarà incrementato di € 3,5 miliardi l’investimento in settori green entro il 2020 (principalmente attraverso green bonds e green infrastructures).

La decisione rientra nei principi del UN Global Compact a cui Generali ha aderito dal 2007 ed è in linea con la Paris Pledge for Action definita nell’ambito della COP21 a cui Generali ha aderito nel 2015. Il Gruppo vuole instaurare un dialogo costante con i propri stakeholder per favorire la transizione verso una società sempre più sostenibile, monitorando gli obiettivi e i loro piani di riduzione degli impatti ambientali.

Da tempo il Gruppo Generali sta attivamente adeguando il proprio business rendendolo sempre più sostenibile, in coerenza con l’impegno della comunità nell’affrontare le grandi sfide globali, come quella del cambiamento climatico.


Articolo scirtto da Lucrezia Fratocchi, editato daAlessandro Beasley

Dal 2011 Optimy permette di realizzare progetti di
grande impatto in modo più semplice. Optimy è il
software incentrato sul cliente per la sponsorizzazione
e la gestione delle sovvenzioni. Raccogliere, selezionare
e gestire le proprie richieste non è più un problema,
con Optimy si può in un unico strumento.

ISCRIVITI GRATIS